I nostri consigli

1. Adatta le caratteristiche dell’acqua alla tua struttura e ai tuoi impianti

2. Elimina le bottiglie di acqua e inserisci un distributore di acqua refrigerata e gassata secondo le tue esigenze.

ADDOLCITORI PER IL SETTORE HO.RE.CA

La durezza dell'acqua varia molto da regione a regione, ed è determinata dalla presenza di diversi minerali, tra cui il calcio. Quando si parla di acqua "dura", significa che l'acqua contiene una quantità relativamente importante di calcio. Tale indice viene misurato in gradi di durezza tedeschi/francesi.
Utilizzare l’acqua dura crea problemi molto costosi. Quando si riscalda l’acqua dura infatti il calcare precipita e si deposita su tubi e su valvole. Gli elettrodomestici e gli impianti si calcificano, la loro durata si riduce e bisogna ripararli o sostituirli. Inoltre i depositi di calcare , agendo da isolante, provocano indirettamente un aumento dei costi di riscaldamento perché diventa necessario spendere di più per ottenere lo stesso calore.
L’acqua calcarea non è ottimale nemmeno per il corpo. In casi estremi, può anche essere aggressiva sulle pelli molto sensibili. Ma anche la pelle sana sembra ‘tirare’ ed essere irritata dopo una doccia o il bagno, i capelli diventano stopposi e opachi dopo averli lavati, mentre il bucato è ruvido e perde rapidamente la forma.
La pulizia invece diventa un lavoro faticosissimo: i depositi si formano ovunque l'acqua scorre, gocciola o si deposita. Queste macchie di calcare in bagno e in cucina sono difficili da pulire. L'acqua dura richiede il doppio della quantità di detergenti, saponi, shampoo ecc...Quindi, in caso di acqua non trattata in modo ottimale, i costi aumentano.
Se una famiglia subisce un danno economico per i detergenti usati nelle varie pulizie e per lo scaldare l’acqua calda sanitaria per un valore di 800/1000 euro l’anno e consumando in media 3/500 litri al giorno, immaginiamo una struttura che utilizza grandi quantità di acqua che enorme spesa deve sostenere in tal senso. Si aggiungono poi le continue riparazioni e/o sostituzioni di impianti incrostati e apparecchiature usate nel proprio settore, come lavatrici, lavastoviglie, forni a vapore, scambiatori di calore, boiler, pannelli solari, e, non per ultimo, il problema della Legionella negli Hotel di qualsiasi dimensione, compresi B&B, resort, case di cura, villaggi, camping, palestre, SPA e ovunque venga utilizzata acqua per lavarsi, che con impianti incrostati trova il suo migliore habitat.
Tutta un’altra cosa anche nella ristorazione, nei bar, nelle pasticcerie e ovunque si preparino alimenti e bevande a base di acqua, che utilizzando un’acqua con poco calcare si hanno risultati di gran lunga superiori sulla bontà dei prodotti come anche sul risultato finale: se il caffè e le tisane hanno un sapore migliore in quanto non alterato dall’eccessiva presenza di calcio, i prodotti da forno hanno una migliore lievitazione e quindi il risultato finale sarà eccellente.

IMPIANTI PER L’EROGAZIONE DI ACQUA FILTRATA, REFRIGERATA E GASATA

Perché è indispensabile inserire nella propria struttura un erogatore di acqua trattata?

  • SCELTA GREEN. E’ ormai appurato che con un prodotto a km 0, che faccia ridurre i rifiuti e le dinamiche di stoccaggio si riducono notevolmente i costi.
  • RISPARMIO. Con un impianto di trattamento acqua si arriva a risparmiare oltre il 50%. Il risparmio non è solo dovuto a non acquistare più le bottiglie di acqua minerale, ma anche dal minor consumo energetico per refrigerarla nei banchi frigo.
  • SPAZIO. Con un impianto di trattamento acqua si libera spazio, non avendo più lo stoccaggio delle bottiglie. Inoltre si affranca dal vuoto a rendere in caso utilizzi bottiglie di vetro e dalla fatica della movimentazione delle pesanti casse di acqua.
  • MAGGIOR APPEAL. L’esercente può offrire un prodotto con più appeal valorizzando il proprio nome, utilizzando bottiglie eleganti e personalizzabili.
  • SEMPLIFICAZIONE. Con un impianto di trattamento acqua si semplifica il lavoro amministrativo: si hanno meno ordini, fatture e registrazioni da gestire, per non parlare della movimentazione delle casse.
  • NORMATIVE PIÙ PRECISE. Il D.L. 181 del 2003 sancisce la possibilità di vendere acqua trattata riportando sull’etichetta la dicitura “acqua potabile trattata”.

I BENEFICI PER L'AMBIENTE

Calcolo teorico basato sui consumi sviluppati in un anno da un ristorante di dimensioni medio-grandi

Di seguito uno schema di massima per individuare l’impianto che più si addice al volume di acqua somministrata ogni giorno nella tua attività:

ImpiantoConsigliato per
AQA DRINK OFFICE
Ufficio
AQA DRINK 30 HCS
Bed and Breakfast, Ufficio
MAXI DRINK 35 T
Bar
MAXI DRINK 60 S
Bar, Hotel
MAXI DRINK 90 S
Chiosco
MAXI DRINK 90 T/S
Ristorante, Pizzeria, Self service, Mensa
MAXI DRINK 120 T/S
Ristorante, Pizzeria, Self service, Mensa
MAXI DRINK 160 T/S
Ristorante, Pizzeria, Self service, Mensa
MAXI DRINK 260 T/S
Ristorante, Pizzeria, Self service, Mensa
MAXI DRINK GRANCUBO 120
Spa, Palestra, Condominio, Scuola
AQA DRINK UNIWATER
Bed and Breakfast, Spa, Palestra, Scuola
OPEN CLASSICA
Chiosco, Condominio, Villaggio/Camping, Scuola

Isole dell’acqua BWT: Banco di erogazione in acciaio inox

Banco di erogazione “isola dell’acqua BWT” in acciaio inox realizzata per contenere l’apparecchio frigogasatore, il relativo pre trattamento, le colonne di erogazione e la bombola di anidride carbonica da 10 kg. Il banco di erogazione dotato di ante con armadiatura su quattro lati in acciaio inox AISI 304 18/10 scotch brite anticorrosione e antitaglio:
  • struttura lavabile
  • piano superiore in acciaio inox finitura scotch brite
  • gambe in tubolare inox AISI 304 sezione mm. 40x40 scotch brite con piedini regolabili
  • pannellatura laterale con pannelli traforati
  • carrello di supporto del frigogasatore
  • Colore: inox
  • Dimensioni esterne (LxPxH in cm):
    Banco 1 colonna con BWT AQA drink 90: 90 x 60 x 100 H piano
    Banco 2 colonne con BWT AQA drink 160: 120 x 60 x 100 H piano
    Banco 3 colonne con BWT AQA drink 330: 150 x 60 x 100 H piano
  • Installazione: monoblocco con pannellature ad avvitare sul posto per una più facile introduzione nei locali
  • Conformità: conforme alla DIRETTIVA EUROPEA HACCP, acciaio certificato e in conformità con le vigenti normative

Richiedi consulenza

    I campi contrassegnati con * sono obbligatori

    Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy